Alessandro

ITA ENG DEU FRA

Il Molinello - Agriturismo nelle Crete Senesi
PRENOTA IL TUO SOGGIORNO
DATA DI ARRIVO
DATA DI PARTENZA
NUMERO DEGLI OSPITI

Alessandro


Vi risparmio elementari, medie e superiori (…anche se ero abbastanza bravino!). Dopo il liceo anche se mi sentivo più portato per le Scienze Naturali “abbiamo deciso” (grande compromesso con babbo e mamma per scongiurare l’atavico desiderio del figlio medico) di fare Biologia (sembrava dovesse aprire più porte…mah!) e nel 1994, seguendo il detto “chi va piano va sano e va lontano” mi sono laureato e, non so come e perché,  ma mi hanno dato anche la lode… risparmiandomi però il bacio accademico!

Nel frattempo dal 93 c’erano stati un po’ di cambiamenti, nella mia vita (e nella mia casa!) era entrata una certa Elisa, e visto che lei lavorava e studiava e non potevo fare certo il mantenuto iniziai a fare un po’ di tutto, autista di pulmino per disabili, barista, istruttore outdoor in attesa di trovare la mia strada. Forse perché cercai troppo ma di strade ne trovai un paio e nel 1996 ho sia fondato, con altri 3 colleghi, lo studio professionale Proeco gestione Fauna Ambiente e Territorio che il Molinello. In Proeco mi sono occupato di gestione faunistica a 360°, sia quella che riguarda il mondo venatorio (censimenti, prevenzione danni, zonazioni, vocazioni faunistiche) che quella più inerente alla conservazione (piani di gestione di parchi e Riserve naturali) e ultimamente dopo la qualifica di Guida Ambientale presa nel 1999 anche di turismo naturalistico

  Per 4-5 anni ho provato, stringendo i denti, a mantenere entrambe le attività poi mi sono guardato un po’ allo specchio e soprattutto ho guardato negli occhi mia figlia Emma appena nata e mi sono chiesto “ma è questa la vita che voglio?” e pur a malincuore ho lasciato lo studio Proeco per dedicarmi a tempo pieno al Molinello (e ai pannolini!!). Il periodo dal 2000 al 2005 potremmo chiamarlo il “periodo rosso” di Sandro (anche un po’ verde per la verità). Rosso come il vino e verde come l’olio perché queste sono state le mie passioni in questo periodo. La passione era studiare e imparare da un lato e insegnare quello che avevo imparato dall’altro. E’ in questo periodo che ho cominciato a studiare per diventare sommelier con l’AIS, diplomandomi nel 2004, è qui che ho conosciuto più approfonditamente l’associazione Slow Food frequentando molti dei Master of Food organizzati dalla condotta di Siena (vino, olio, formaggio, birra, spiriti) e una volta diventato fiduciario della Condotta delle Crete Senesi organizzandone a mia volta.

Nel 2004 devo averne bevuto un po’ troppo di questo vino tanto da rimettermi a studiare e mi sono iscritto ad un Master dell’Università di Siena sull’impresa vitivinicola, finito il Master con un bellissimo stage nell’azienda biodinamica San Polino a Montalcino mi sono un po’ guardato intorno perché ormai era tempo di cambiare e rinnovarsi un po’. Ho provato ad entrare nel mondo enologico ma senza tanta convinzione, prima in una importante azienda vitivinicola: sembrava fatta ma poi è sfumata (e ora posso dire di esserne contento!) poi addirittura feci il concorso per direttore dell’ Enoteca Italiana, andò anche bene ma diciamo che non ero proprio “il prestabilito”. Con il 2007 comincia il periodo “a due ruote”, non che prima non amassi la bicicletta ma semplicemente prendeva uno spazio “normale” nella mia vita. Dal 2007 oltre a essere sport, divertimento, viaggio, diventa strumento di lavoro: inizio a collaborare come tour leader con Ciclismo Classico. In tutti questi anni ho guidato tour in molte regioni italiane e anche all’estero in Andalucia dopo che per diletto mi ero messo a studiare spagnolo. E’ stata un’occasione per viaggiare e conoscere un sacco di persone in gamba. Ed ora eccomi qui, curioso di vedere cosa di nuovo la vita ha in serbo per me…